Discarica di Legoli

Il 9 Marzo 2011 la Belvedere Spa ha presentato la richiesta di un Nuovo Ampliamento della Discarica di Legoli.

Questa discarica è attiva dal 1978 e, nel corso di questi ultimi 33 anni è stata ampliata più volte, l’ultima delle quali nel 2004. In base alle previsioni, l’ultimo ampliamento avrebbe dovuto esaurirsi nel 2014, dopodiché la discarica doveva chiudere. Adesso, invece, è stato presentato questo nuovo, enorme progetto di ampliamento che prevede:

  1. Lo smaltimento in discarica di altri 4.500.000 metri cubi di rifiuti
  2. Il ricoprimento con rifiuti di una superficie di circa 10 ettari
  3. La realizzazione di una diga di valle alta circa 15 metri rispetto al fondo della nuova discarica
  4. La richiesta di poter conferire in discarica anche rifiuti speciali
  5. La realizzazione di un nuovo impianto per trattare tutto il percolato in più che sarà prodotto

Numeri alla mano,  più che un ampliamento, si tratta di una vera e propria NUOVA DISCARICA, che sarà riempita al ritmo forzato di 320.000 tonnellate di rifiuti l’anno e che rimarrà aperta almeno fino al 2028.

A volte è difficile quantificare i numeri. Quanti sono 4 milioni e mezzo di metri cubi? Diciamo che sono come un grattacielo  alto un chilometro e grande quanto un campo di calcio. Oppure che gli autotreni che li trasporteranno, messi in fila uno dietro l’altro (senza lasciare spazi), creerebbero una fila lunga più di 1.500 chilometri, gli stessi che ci sono tra Peccioli e Londra (vedi qui).

Il progetto di ampliamento presentato dalla Belvedere Spa è stato pubblicato dalla Provincia di Pisa e può essere consultato cliccando qui: Progetto Nuovo Ampliamento Discarica Legoli

Si tratta di una serie di relazioni e tavole piuttosto estesa (e spesso ripetitiva), ma le informazioni essenziali si possono ricavare consultando questi documenti:

  1. Domanda di presentazione della richiesta di Ampliamento
  2. Avviso pubblicato sulla cronaca sportiva del Tirreno – Edizione sconosciuta
  3. Ampliamento discarica di Legoli – Relazione di sintesi non tecnica
  4. Ampliamento discarica di Legoli – Schede AIA
  5. Ampliamento discarica Legoli – Piano di gestione operativa
  6. Ampliamento discarica di Legoli – Foto

A nostro avviso questo nuovo progetto di ampliamento presentato dalla Belvedere Spa, oltre ad essere inopportuno e ingiustificato, presenta numerose incongruenze.

Per questo motivo abbiamo presentato alla Provincia di Pisa una serie di osservazioni. Altre osservazioni sono state presentate dal Comitato Tutela Ambientale Alta Valdera, dalla Tenuta di Castelfalfi Spa, dal Consigliere Provinciale dell’UDC Maurizio Lucchesi e dal Consigliere Provinciale di Rifondazione Comunista Andrea Corti.

Potete trovare tutte le osservazioni presentate qui di seguito:

Il progetto doveva essere esaminato durante nella Conferenza dei Servizi inizialmente fissata per Mercoledì 15 Giugno 2011, ma, all’ultimo minuto, questa prima conferenza è stata rinviata a Lunedi 27 Giugno (per approfondimenti, vedi qui).

Nel frattempo in Provincia si è riaperta una accesa discussione politica che ha toccato il suo culmine Giovedì 23 Giugno, quando al Consiglio Provinciale si sono presentati quasi 100 cittadini dei Comuni di Peccioli, Palaia e dei paesi limitrofi contrari all’ampliamento della discarica, con manifesti e striscioni.

Durante il Consiglio il Consigliere Provinciale Lucchesi dell’UDC, i consiglieri del PDL e il consigliere di Rifondazione Comunista Andrea Corti, hanno presentato una serie di mozioni per sospendere l’autorizzazione dell’ampliamento (per approfondimenti, vedi qui).

La maggioranza (PD e IDV) ha però rigettato queste mozioni e ne ha approvata un’altra in cui di fatto si conferma la volontà di realizzare l’ampliamento della discarica di Legoli, anche se – per ora – si rigetta l’autorizzazione al conferimento di rifiuti speciali. Significativa l’astensione di Sinistra Ecologia e Libertà, che in un primo momento si diceva (voci ufficiose) che si fosse dimostrata fortemente contraria all’ampliamento e avesse minacciato l’apertura di una crisi interna alla maggioranza del Consiglio Provinciale se il progetto non fosse stato sospeso e rivisto.

Adesso è tutto in mano alla Conferenza dei Servizi e alla Dottoressa Laura Pioli che dovrà decidere se autorizzare o meno l’ampliamento.

Almeno che non ci siano ulteriori novità…

Per ulteriori informazioni e aggiornamenti potete visitare anche queste pagine:

Peccioli Libera

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...